Assicurazione sul lavoro: tutto quello che devi sapere prima di stipulare la polizza Keyman

0

Nel corso della propria vita, una delle istanze di cui tener maggiormente conto è stipulare un’assicurazione basata sui rischi a cui si può andare incontro, specialmente per quanto concerne la propria salute e le questioni relative al lavoro. Infatti, è fondamentale, nell’ambito della propria pianificazione finanziaria, in particolar modo quella familiare, scegliere una polizza assicurativa che possa rappresentare una garanzia per la propria situazione.
Spesso, tante persone non prendono le precauzioni necessarie per mettersi al riparo da ogni genere di sorpresa sgradita, e questo potrebbe costare loro una notevole quantità di denaro, oltre che di danni fisici e morali, per non aver agito in tempo.

Esistono numerose polizze per essere al sicuro da ogni tipo di rischio: in particolar modo, nel corso di questa breve guida, verrà analizzata una delle scelte più comuni ed interessanti per quanto concerne l’ambito lavorativo, ossia la polizza Keyman, e tutto ciò che occorre sapere prima di stipularla. Ma soprattutto, prima di scendere nel dettaglio, è opportuno comprendere quali sono le ragioni che ci sono dietro la scelta di un’assicurazione.

Perché stipulare un’assicurazione?

Il motivo principale per cui è necessario stipulare un’assicurazione è il trasferimento del rischio, come si dice nel gergo delle compagnie di questo settore: questo significa che, in tal modo, si trasferisce il rischio, sia fisico che finanziario, dal singolo contraente nei confronti della società con cui si stipula l’accordo. Queste società sono sempre pronte a questo tipo di evenienza, in virtù del fatto che ogni cliente deve versare una certa somma di denaro ai loro clienti, e tengono una grande liquidità nelle proprie riserve, motivo per cui, quando un cliente dev’essere risarcito, non si deve attendere molto tempo prima che il problema venga risolto.

Molte persone acquistano anche un’assicurazione sul lavoro, in base al tipo di mansione che devono svolgere, in modo che possano limitare la quantità di spese legate ai costi per incidenti o rischi di vario tipo, in base alle circostanze che si potrebbero presentare.

Che cos’è un’assicurazione sul lavoro?

L’assicurazione sul lavoro costituisce una delle maggiori sicurezze per tutti coloro che necessitano di uno specifico tipo di garanzia, ed ingloba – anche in base alle più recenti novità che hanno caratterizzato il settore – una serie di classi di lavoratori, ognuna delle quali presenta polizze differenti, fra le quali possiamo individuare la copertura assicurativa, come ad esempio quelle sulla vita e sulla salute, quelle contro gli infortuni, broker assicurativi e altro ancora, sempre in funzione del tipo di mansione che si deve svolgere: naturalmente, un operaio che lavora in cantiere necessiterà di un’assicurazione sul lavoro differente da quella di un medico.

In particolare, l’ultima novità in quest’ambito, rappresentata dalla polizza Keyman, tutela tutte le figure cruciali di un’azienda o, più in generale, di qualunque realtà lavorativa, in cui si palesa la necessità di avere il livello di sicurezza più alto possibile, in base ai compiti che bisogna svolgere, da parte di un contraente.
Ma quali sono le informazioni che occorre conoscere prima di stipulare la polizza Keyman?

Le informazioni cruciali sulla polizza Keyman

Come è facile intuire traducendo il nome di questa polizza, questo tipo di accordo consiste in una maggiore tutela verso tutti coloro che rivestono un ruolo chiave all’interno di una specifica organizzazione, come ad esempio un’alta carica dirigenziale all’interno di un’azienda, che risulta insostituibile per il tipo di mansione e di dati che si trova a dover gestire. L’azienda sarà risarcita nel caso in cui quella persona cessi di farne parte a causa di gravi lesioni, malattie o morte.

Il risarcimento sarà importante per aiutare l’azienda a fare qualsiasi cosa, dal cercare una persona che sostituisca il contraente non più in grado di proseguire il proprio lavoro, offrendo un posto di lavoro temporaneo ad un soggetto terzo che vada a riempire la vacanza lasciata, affrontando una serie di responsabilità finanziarie, ossia quelle legate ai pagamenti e alle spese di gestione, laddove l’assenza del keyman comprometta il presente ed il futuro dell’azienda, portando a misure come l’acquisto delle quote dalla famiglia della persona chiave in caso di morte della stessa.

Questa specifica polizza potrebbe essere particolarmente adatta a tutte quelle imprese che, durante la propria fase di espansione del brand e crescita finanziaria, potrebbero non riuscire a recuperare il gap perso dal vacuum di un soggetto cruciale. In generale, tuttavia, qualsiasi organizzazione che abbia dipendenti che considera fondamentali per il regolare svolgimento delle proprie attività, potrebbe beneficiare di questa assicurazione.
Bisogna, tuttavia, tener conto di alcuni aspetti cruciali che possono far propendere la scelta verso questa specifica polizza assicurativa oppure a guardare verso altri lidi, ossia

  • Il tipo di assicurazione da stipulare
  • L’importo della copertura
  • La persona da tutelare
  • Entrate o Scopo del Capitale
  • Considerazioni fiscali
  • La compagnia assicurativa

Naturalmente, quando si pensa ad un proprio caro o, più in generale, ad una persona che si occupa di un ruolo fondamentale all’interno di un gruppo di lavoro, sarebbe quasi scontato, per non dire banale, che non si pensi mai ad una spesa di questo tipo nell’ottica di un rapporto fra necessità e valore della persona, ma bisogna guardare le cose nella giusta prospettiva: un muratore che lavora in cantiere, logicamente, stipulerà una polizza rivolta verso gli incidenti sul posto di lavoro, mentre il broker di spicco di una società che si occupa di transazioni sul mercato azionario, tenderà a mettersi al sicuro cautelandosi con la polizza Keyman.

Infine, per quanto concerne le considerazioni fiscali in materia di deducibilità di una polizza come questa, è fondamentale specificare che si gode anche della deducibilità fiscale della Keyman, ossia può essere scaricata dalle tasse, evitando che questa possa gravare sul proprio rendiconto delle tasse, comunemente noto come 730. In alcuni casi, questo fattore può risultare determinante nella scelta fra varie opzioni e, da questo punto di vista, Keyman ha fatto centro.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.