Guadagnare 500€ al mese col Matched Betting: cos’è e come funziona

0

Guadagnare 500 euro al mese su Internet non è cosa di poco conto, soprattutto per chi magari non ha reddito o lavora soltanto saltuariamente. Eppure esistono dei metodi che rendono possibile un traguardo di questo genere, soprattutto per chi passa molte ore ogni giorno sul web. A consentirlo è in particolare il Matched Betting. Andiamo a vedere come.

Matched Betting: di cosa si tratta?

Per Matched Betting si intende la tecnica di carattere matematico che viene applicata alle scommesse sportive. In pratica il metodo prevede che tutti i possibili esiti di un evento agonistico vengano ad essere ricoperti, consentendo in tal modo di vincere al 100%. Senza entrare troppo nel dettaglio, basti sapere che in questo modo è possibile guadagnare ad ogni puntata delle cifre abbastanza contenute, nell’ordine di pochi euro per volta. Sommando però vittoria dopo vittoria, alla fine della giornata è possibile mettere insieme quelle decine di euro che possono infine portare il totale mensile oltre i 500 euro.

L’altra caratteristica di pregio di questa tecnica è che per guadagnare col Matched Betting non è necessario mettere in ballo propri capitali. A consentire di accumulare il capitale di cui stiamo parlando sono i bonus offerti dalle piattaforme di betting operanti online.

L’importanza dei bonus

Come è noto, i bookmakers sono soliti approntare strategie commerciali abbastanza aggressive per cercare di calamitare nuovi iscritti oppure fidelizzare quelli già esistenti. Queste forme promozionali, però, sono solitamente difficili da riscuotere, in quanto vincolate ad una serie di condizioni abbastanza disagevoli da conseguire. Alla fine si può dire che sfruttarli in maniera normale è quasi impossibile.

Nel caso in cui invece vengano posti a base del Matched Betting possono rivelarsi il carburante ideale per permettere all’utente di iniziare a vincere e infine collezionare un capitale non proprio disprezzabile, soprattutto in un Paese come il nostro ove 500 euro rappresentano spesso uno stipendio.

Il Matched Betting è del tutto legale

Va poi sfatata la vera e propria leggenda metropolitana che vorrebbe il Matched Betting illegale. Non può infatti esistere una legge che vieti ai giocatori di mettere in campo strategie tese a perdere i propri soldi.

Soprattutto in un campo come quello del betting, ove il banco gode di una vera e propria rendita di posizione tale in pratica da rendere quasi certo il suo profitto a discapito dei giocatori. Se è vero infatti che lo Stato esige che una parte dei proventi vengano restituiti dal bookmakers ai giocatori, sotto forma di payout, è altrettanto vero che puntata dopo puntata la cifra restituita al singolo giocatore va in pratica ad esaurirsi, lasciandolo infine a secco. Lo Stato può tollerare questa situazione, ma al contempo non può emanare provvedimenti contro il Matched Betting, che non avrebbero basi legali cui appoggiarsi.

Qual è l’atteggiamento delle piattaforme al riguardo?

Diverso è invece il discorso relativo ai bookies, che dividono il loro atteggiamento tra il netto ostracismo e una tacita accettazione del Matched Betting. Sono decisamente contrarie le piccole piattaforme, che bannano i Bettors dopo averli individuati con l’ausilio di algoritmi, mentre non operano alcun intervento quelle più grandi, per le quali il vero guadagno non proviene dall’esito delle puntate, bensì dalla loro entità. Su ogni giocata, infatti, la piattaforma si ricava una provvigione nell’ordine del 5% che costituisce il vero grasso che cola dal gioco. I bookmakers più noti, di conseguenza, possono permettersi non solo di ignorare chi opera in regime di Matched Betting, ma anche di guardare senza acredine ad un fenomeno che in fondo si tramuta in una sorta di spot pubblicitario, convincendo i giocatori che vincere è assolutamente possibile.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.