Il diabete nel bambino di tipo mellito, test per riconoscerlo

0

Il diabete mellito esiste in diverse forme ed è una situazione che ha la caratteristica di rendere l’organismo incapace di mantenere un livello normale di glicemia nel sangue e quindi la quantità di zucchero. Quella che si manifesta molto di più nel bambino è il diabete di tipo mellito autoimmune di tipo 1 che poi viene spesso identificato in gergo non tecnico come il diabete per insulino dipendenza.

Il diabete nel bambino di tipo mellito autoimmune è causato dalla distruzione da parte degli anticorpi che aggrediscono l’organismo stesso. Le aggressioni vengono attuate alle cellule del pancreas che producono l’insulina che è l’ormone che serve a regolare la crescita e regolazione del livello di questa sostanza nel sangue.

La produzione di insulina che viene dalle cellule, sono quelle che vengono esclusivamente interessate rispetto a tutto il resto del pancreas, che di fatto rimane perfettamente funzionante nel resto delle sue funzioni.

L’incidenza di questa malattia in Italia è intorno ai 7 casi nuovi ogni 100.000 persone, ma si registra una sostanziale diminuzione di questo valore per chi vive in Sardegna, dove l’incidenza è molto più forte.

I sintomi classici di questo tipo di diabete nel bambino è manifestato con la poliuria, un aumento molto forte della quantità di urina prodotta. Si ha poi anche la conseguente polidipsia che è un aumento della necessità di bere o aumento della sete.

La situazione non deve essere sottovalutata. Se infatti i sintomi si protraggono per molto tempo allora il soggetto può andare in contro a disidratazione, per via di una perdita di liquidi troppo forte provocando anche chetoacidosi (chetoni che portano ad una acidificazione del sangue).

La diagnosi per questa malattia che colpisce anche il bambino, è possibile ricostruendo la breve storia del bambino che può essere stata accompagnata da una presenza di chetoni nelle urine, già in passato.

Per differenziare il diabete che viene detto autoimmune da altri tipi, un po’ meno diffusi bisogna sempre sottoporre il bambino a test per valutare la secrezione dell’insulina di residuo.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.