Informazioni su che tipo di Torcia scegliere

0

La torcia è uno strumento comunemente sottovalutato, non perché non sia ormai nota la sua enorme importanza, ma perché si tende ad osannare la sua utilità soprattutto quando è davvero il momento di utilizzarla. In quel caso è fondamentale averla a portata di mano, ben funzionante e di buona qualità, per non ritrovarsi senza risorse in caso di bisogno. È dunque imprescindibile sapere quale tipo di prodotto volersi tenere appresso per fare luce.

Le torce al LED sono le più comuni in commercio e le più consigliate per efficienza e durata. Possono essere di vario tipo: Dalle più economiche, commerciali e di minor gittata di luce, fino a quelle altamente professionali, fatte con i materiali più resistenti e che possono addirittura arrivare al chilometro e mezzo di gittata.

Ogni torcia può avere uno scopo diverso, non solo essere banalmente utilizzata per illuminare un cammino buio, una stanza oscura o per poter armeggiare con il contatore durante un blackout, ma anche per finalità più specifiche, come la pesca, la caccia, le operazioni militari o l’attività sportiva.
Sotto questo punto di vista, le torce possono essere davvero nostre compagne di avventure e ottime alleate nei momenti più oscuri della nostra vita. I migliori approfondimenti sono disponibili su miglioretop.it .

Materiali delle torce

Dai materiali di cui una torcia è composta dipendono anche la resistenza del prodotto e il suo costo.
In commercio ci sono tantissimi tipi di torcia, per ogni necessità. Possono essere di semplice plastica, alluminio, acciaio o titanio. Chiaramente, le più leggere ed economiche sono quelle di plastica e alluminio, ma la loro comodità e il loro costo inferiore va a scapito della resistenza e della qualità.

Per esigenze quotidiane e poco specifiche una torcia fatta con materiali poco costosi può essere più che sufficiente, non necessita di cure e non deve per forza illuminare grandi spazi. Seppur di plastica e a basso costo, queste torce svolgono il loro dovere e sono validi acquisti.
Le torce di minor costo sono anche consigliate a coloro che corrono maggior rischio di perderla, come i campeggiatori o chi le utilizza fuori casa, ma che comunque non ha esigenze specifiche di gittata.

Per qualcosa di più resistente agli urti e di migliore fattura potete ripiegare sulle torce in acciaio o titanio. Ne esistono di molti tipi poiché vanno da esigenze più semplici a necessità più specifiche, addirittura professionali, come le torce per le forze dell’ordine. Possono dunque essere di varia dimensione e accogliere vari tipi di gittata. Le accomuna la resistenza dei loro materiali e il costo superiore. Fondamentali per chi vuole essere sicuro di maneggiare una torcia di buona qualità, durevole e per chi non ha proprio intenzione di perderle accidentalmente.

Batteria delle torce

Le torce sono più comuni sono alimentate principalmente da pile al litio esterne, mentre quelle più professionali e costose tendono ad avere una batteria interna. La differenza sta nella durata. Ci sono pile stilo esterne usa e getta o ricaricabili, e solitamente le prime hanno una durata e una qualità minori. Questo genere di pile sono dunque perfette per torce di costo basso o medio e per chi non ha esigenze particolari e può cambiare la pila volta per volta.

Le batterie interne hanno durata maggiore e sono di qualità più alta, ma necessitano di un caricatore esterno. Per caricarle è necessaria una fonte di energia, ma sono comunque più adatte a chi, facendone usi specifici, ha bisogno di un’autonomia più grande e non ha sempre a disposizione batterie esterne.

Utilizzo da fare delle torce

Abbiamo già detto che a usi comuni corrispondono torce di bassa o media qualità e di basso o medio costo. Per chi utilizza la torcia per lavoro (forze dell’ordine), per sport o per passione (caccia, pesca, etc.), le torce migliori sono quelle che posseggono le caratteristiche più adatte alle diverse attività. Gli amanti della caccia, della pesca o i rappresentanti delle forze dell’ordine hanno bisogno di torce resistenti al freddo, agli urti, all’umidità e, soprattutto, di ampia gittata.

Esistono torce in materiale molto resistente e che sfiorano il chilometro e mezzo di gittata. La loro batteria è più resistente per ore di luce assicurata.
Gli sportivi prediligono invece le torce frontali, che si applicano sulla fronte grazie ad apposite cinghie e permettono di avere le mani libere.

Per i nuotatori e i pescatori la scelta migliore cade su torce impermeabili, per illuminare luoghi sott’acqua o scongiurare il rischio di danni in caso la torcia cadesse.
Comode per i campeggiatori sono le lanterne, che si possono posare su una superficie piana per creare una fonte di luce statica.

Infine, per chi vuole qualcosa di davvero piccolo e facile da trasportare, esistono torce a forma di tessera o in miniatura.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.