Scelte di trading online: Banca Fineco o Plus500?

0

Gli investimenti sul mercato finanziario hanno conosciuto uno sviluppo notevole negli ultimi anni, grazie soprattutto alla possibilità data ai piccoli risparmiatori di poter operare direttamente online, senza necessità di doversi recare presso una banca.

Per poter investire i propri risparmi in strumenti finanziari, è però necessario procedere preliminarmente alla registrazione presso una delle piattaforme che permettono di effettuare le operazioni di compravendita su questi prodotti.

Analizzeremo di seguito le caratteristiche di due delle principali alternative disponibili, ossia Plus 500 e Fineco. Si tratta di due dei maggiori operatori sul mercato, che permettono di fare trading grazie ad un conto di appoggio e che presentano un costo delle operazioni differente.

Caratteristiche della piattaforma Plus 500

Prima di passare all’analisi delle caratteristiche della piattaforma Plus 500, è doveroso specificare che entrambi gli operatori hanno ottenuto la certificazione e la regolamentazione della CSEC, l’ente che vigila sulla correttezza e solidità degli intermediari finanziari, nonché una specifica autorizzazione della Consob, analogo organismo per il mercato italiano.

Plus 500 rappresenta allo stato attuale un’ottima piattaforma per coloro che intendono addentrarsi nelle operazioni di trading online, grazie ad una serie molto elevata, anche dal punto di vista qualitativo, di servizi, come questa guida su Plus500.

Il vantaggio principale di Plus 500 è quello di non prevedere l’applicazione di commissioni fisse alle operazioni di trading che vengono eseguite, che in tal modo diventano più convenienti dal punto di vista economico.

La commissione che viene trattenuta sulle diverse operazioni è rappresentata dallo spread, che varia in base all’importo investito, alla tipologia di operazione che viene effettuata e al mercato sul quale si effettuano gli investimenti.

Altro elemento che rende appetibile la piattaforma è dato dal fatto che Plus 500 permette agli investitori di poter fare pratica sui diversi mercati e di mettere a punto delle strategie di investimento, utilizzando una versione Demo della piattaforma con un capitale virtuale disponibile che può essere utilizzato per operare in maniera fittizia.

La registrazione alla piattaforma Plus 500 non è per nulla difficoltosa e si esegue semplicemente inserendo alcuni dati obbligatori nel form dedicato; sarà in seguito necessario effettuare un deposito minimo di 100 euro, che rappresenta uno dei più bassi tra i diversi siti di intermediazione finanziaria.

Il versamento può essere effettuato con metodi tradizionali quali bonifico bancario o carta di credito, oppure con uno dei moderni portafogli elettronici come PayPal o Skrill. All’atto del primo versamento, sarà riconosciuto all’investitore un bonus di 25 euro per effettuare i propri acquisti in strumenti finanziari.

L’investitore avrà a disposizione una varietà di strumenti finanziari sui quali operare e precisamente:

  • Azioni;
  • materie prime;
  • opzioni;
  • cripto valute;
  • indici azionari;
  • ETF;
  • valute Forex.

Tutte le operazioni saranno effettuate in modo semplice e veloce, grazie alla grafica molto intuitiva della piattaforma. Quest’ultima permette di inserire gli ordini direttamente dai grafici, ottenere le notizie economiche aggiornate in modo costante, analizzare l’andamento dei principali grafici.

L’investitore, inoltre, per aumentare le sue possibilità di guadagno avrà a disposizione anche l’interessante strumento della leva finanziaria fino al limite di 1:300. Per proteggere la posizione investita da eventuali saldi negativi rilevanti, esiste un sistema che chiude automaticamente l’investimento al raggiungimento di determinate soglie.

Stop Loss e Stop Limit sono due parametri della piattaforma che permettono di limitare le perdite e chiudere le posizioni nel momento in cui sono superati determinati limiti.

La piattaforma Plus 500 presenta l’unico limite di non prevedere alcun servizio di conto corrente e di non poter permettere l’acquisto di titoli di Stato o la partecipazione a fondi comuni di investimento.

Peculiarità del conto corrente Fineco

La principale differenza della piattaforma di trading offerta da Fineco è quella di essere integrata all’interno di un vero e proprio conto corrente bancario. Questa banca, infatti, nacque inizialmente come broker e intermediario finanziario, evolvendosi successivamente nel corso degli anni in una banca che offre molteplici servizi ai suoi correntisti.

Per poter operare sul mercato finanziario con Fineco, è necessario procedere all’apertura di un conto corrente cui sarà collegata la piattaforma di negoziazione. Il conto è privo di canone mensile e ha come unica spesa fissa il bollo annuale che viene pagato trimestralmente.

Entrando nel merito dei costi, Fineco risulta conveniente anche per le commissioni applicate sulle diverse operazioni di trading. Queste ultime sono fisse su molte operazioni e risultano particolarmente vantaggiose se si acquistano titoli, un po’ meno in caso di operazioni di trading caratterizzate da importi bassi.

L’investitore avrà a disposizione sulla piattaforma Fineco una varietà di alternative sulla quale poter eseguire operazioni di compravendita in strumenti finanziari. Infatti, oltre a operare su ventisei borse mondiali, potrà accedere ad operazioni su Forex, ETF, criptovalute, titoli di stato e fondi comuni di investimento.

All’apertura del conto corrente, viene immediatamente attivata anche la piattaforma che permetterà di operare da subito e che è completamente gratuita. Se però l’investitore necessita di uno strumento evoluto che gli permetta anche di seguire con maggior precisione l’andamento dei mercati, potrà attivare la piattaforma Power Desk.

Si tratta di uno strumento professionale ed evoluto che, al canone mensile di 19,95 euro, permette di visualizzare news in tempo reale, effettuare ordini automatici e marginazione, analizzare il trend dei mercati e così via. Inoltre, il costo mensile che può sembrare in prima battuta abbastanza elevato, viene azzerato nel momento in cui nell’arco del mese saranno inseriti cinque ordini che andranno a buon fine.

Ecco nel dettaglio che cosa offre la piattaforma Fineco Power Desk:

  • canone mensile € 19,95, gratuito con cinque ordini eseguiti ogni trenta giorni;
  • news economiche in tempo reale;
  • marginazione;
  • ordini automatici;
  • massima personalizzazione.

Per quanto riguarda i costi, Fineco applica sul trading delle commissioni di importo fisso che sono prestabilite in base al mercato sul quale si decide di operare e all’importo dell’investimento eseguito. Sul mercato azionario italiano, ad esempio, si pagano $ 9,95 al mese con almeno dieci ordini eseguiti.

Quale piattaforma scegliere tra Plus 500 e Fineco?

Precisiamo innanzitutto che stiamo cercando di approntare un criterio di scelta tra due piattaforme di elevata qualità, che permettono di operare con la massima sicurezza in quanto i due operatori sono seri e affidabili. Entrambe le opzioni presentano vantaggi e svantaggi.

Fineco si presenta sicuramente come molto professionale, con una piattaforma in grado di fornire molteplici informazioni in tempo reale e proprio per questo motivo si propone a una platea di trader di maggiore esperienza e che effettuano operazioni di importo medio abbastanza elevato.

Di contro, Plus 500 ha una maggiore capacità di personalizzazione, con un’interfaccia grafica di maggiore intuizione, che rende la piattaforma un’ottima soluzione sia per i trader esperti sia per quelli di minore esperienza. Anzi, proprio la possibilità di fare pratica con il conto Demo rende Plus 500 maggiormente adatto a questi ultimi.

Anche dal punto di vista economico, Plus 500 si presenta con una maggiore convenienza, in virtù delle migliori commissioni applicate. I rendimenti appaiono anche più interessanti in virtù dell’uso della leva finanziaria che permette di ottenere ottimi guadagni con investimenti limitati.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.